Agretti e Gamberoni

23 Marzo 2019paolo bortolussi
Blog post

Agretti e gamberoni, un antipasto che profuma di primavera!

Agretti:conosciuti anche come barba di frate sono un’ingrediente che io non conosco da molti anni, ma me ne sono subito appassionato in quanto velocissimi da preparare e molto versatili.  C’è chi li mangia anche crudi, ma io preferisco sbollentarli solo un paio di minuti come si legge anche nella ricetta. Anche dal punto di vista nutrizionale sono un prodotto da non sottovalutare, depurano e idratano, e sono ricchi anche di vitamine e sali minerali: fosforo, calcio, ferro, magnesio e potassio, vitamine A,C,K e del gruppo B. Sono composti dal 92% d’acqua perfetti quindi per un pasto detox .

Ho voluto creare un piatto estremamente primaverile, associandoli anche alle fragole, per dare una nota aspra, che si sposa bene con i gamberoni e L’aggiunta di fiori eduli, che come sempre raccomando vanno raccolti in luoghi lontani da strade o zone inquinate, lavati e asciugati. Mi piace ricordare  sempre che tutto quello che viene messo in un piatto si può anche mangiare! I fiori in cucina non rappresentano solo una semplice decorazione, ma ne possono diventare proprio i protagonisti, alcuni di loro hanno infatti un sapore neutro e quindi donano solo colore, altri con il loro profumo o gusto, diventano parte integrante del piatto.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
1 mazzo di agretti
6 code di gamberoni
4 fragole
Fiori eduli (primule, violette)
sale, pepe nero, olio evo

 

PROCEDIMENTO:
Tagliate la parte finale bianca con le radici degli agretti; lavateli molto bene lasciandoli qualche minuto in ammollo. Versateli ora in una pentola con acqua bollente per 2 minuti, scolateli  e per fermare la cottura e preservarne il colore verde brillante  immergeteli in una terrina con acqua e ghiaccio per farli raffreddare. Scolateli bene dall’eccesso d’acqua  tamponandoli anche con della carta cucina per asciugarli; passateli in una terrina e conditeli con un filo d’olio evo e un pizzico di sale.

Lavate e asciugate le fragole, eliminate il picciolo  e tagliatele in piccoli cubi, aggiungetele agli agretti mescolando delicatamente.

Sgusciate  i gamberoni, ed eliminate con l’aiuto di uno stuzzicadenti l’intestino, sciacquateli e ascciugateli molto bene. Passateli in una padella antiaderente già calda con due cucchiai d’olio, cucinateli  per 5 minuti, regolate di sale e pepe a piacere. Teneteli da parte.

Con l’aiuto di una pinza e un mestolo, arrotolate gli agretti come se fossero degli spaghetti e formate una sorta di nido, aggiungete un paio di gamberoni per ogni nido e decorate con dei fiori eduli, lavati e asciugati.

 

 

2 Comments

  • eleonora

    24 Marzo 2019 at 5:44

    Piatto di grande effetto, ottimo accostamento degli ingredienti. Lo rifarò sicuramente.Bravissimo

    1. paolo bortolussi

      25 Marzo 2019 at 11:39

      Grazie mille Eleonora,
      la ricetta è anche facile e veloce da preparare. Fammi sapere se la rifarai.
      Buona giornata.
      Paolo

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Post Next Post