Asparagi in kataifi

14 Maggio 2024
asparagi in kataifi

Asparagi in kataifi: un antipasto sfizioso  per valorizzare in maniera originale una delle verdure star della primavera.
La pasta kataifi, regala una piacevolissima consistenza croccante al piatto che contrasta con  lo zabaione salato.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
8 asparagi verdi
4 asparagi bianchi
1 confezione di pasta kataifi
sale, pepe nero, olio EVO
Per lo zabaione salato:
2 tuorli d’uovo
1 cucchiaio di senape
30 g di Grana Padano
succo di 1/2  limone
brodo vegetale se serve
sale,  nero
fiori eduli per decorare

PROCEDIMENTO:
Mondate e pelate gli asparagi, tuffateli in acqua bollente per 4 minuti e poi scolateli immergendoli in acqua e ghiaccio.  Toglieteli dall’acqua ed asciugateli con della carta da cucina, quindi spennellateli con un filo d’olio e conditeli con un pizzico di sale e pepe.

Avvolgeteli con della pasta kataifi, spennellate con dell’olio la pasta  e ripassate in forno a 200° fino a quando vedrete la kataifi assumere un colore nocciola.  (Per preservare meglio il colore degli asparagi, potete avvolgere le punte con della carta stagnola).

Per lo zabaione:  Sbattete i tuorli con il Grana Padano e un pizzico di sale e pepe, usando una frusta. Diluite con il succo di limone, continuando a sbattere. Mettete il recipiente a bagnomaria o a fuoco basso  e cuocete per una decina di minuti, montando con la frusta, fino a ottenere uno zabaione denso, gonfio e soffice. Aggiungere all’occorrenza del brodo vegetale.

Distribuite lo zabaione sul piatto, adagiateci sopra 3 asparagi alternando i colori  e decorate a piacere con dei fiori eduli, io ho utilizzato quelli di salvia.

Se ti è piaciuta la ricetta degli asparagi in kataifi, prova a guardare anche:
Nidi di capesante

Gamberoni kataifi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Successivo