Litchi e capesante

15 Dicembre 2020paolo bortolussi
Blog post

Litchi e capesante: Ecco un’idea alternativa per consumare i litchi che come ogni natale fanno capolino in ogni negozio di frutta e verdura. Un frutto che a me piace molto, con un profumo e sapore delicato che ricorda un po’ la rosa. Ho deciso di valorizzarlo per un piatto salato ed è così nato questo antipasto a base di capesante crude marinate con succo d’arancia e cipollotto. Un accostamento che vedrete risulta molto azzeccato; le capesante non siamo abituati a mangiarle crude, ma devo dire che invece si adattano molto bene a questo tipo di consumo, se proprio non amate il crudo, potete dargli una piccola scottata in padella sempre con il liquido di marinatura.

Come tutto il pesce, crostacei e molluschi che vengono consumati a crudo è necessario che vengano prima abbattuti per  far si di poterli consumare in tutta sicurezza e tranquillità dal punto di vista sanitario. Grazie a questo infatti si scongiura la presenza di alcuni parassiti in particolare l’anisakis. L’abbattimento della temperatura fino a -20°C per almeno 24 ore o a -35°C per 15 ore in modo da neutralizzare le larve o preventivamente congelato per almeno 96 ore a -18 °C in congelatore domestico contrassegnato con tre o più stelle.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
12 litchi
6 noci di capesante già abbattute
40 g di uova di salmone
succo di un’arancia
1 cipollotto di Tropea
aneto fresco
sale, pepe nero, olio EVO

PROCEDIMENTO:
Per prima cosa pulite le capesante, sciacquatele velocemente e asciugatele molto bene, eliminate l’eventuale corallo che utilizzerete per altre ricette. Con un coltello ben affilato, ricavate delle fette sottili dalle noci, circa 5 per ogni capasanta (dipende dalla dimensione); mettetele ora a marinare in una ciotola con il succo d’arancia, del pepe macinato fresco, un pizzico di sale, delle fetttine sottili di cipollotto e dell’olio EVO di buona qualità ma non troppo profumato. Lasciate marinare in frigo per almeno mezz’ora.

Nel frattempo, sgusciate i titchi, tagliateli a metà nel senso della lunghezza ed eliminate il nocciolo intero. Teneteli da parte.

Impiattate, alternando le fette di capasanta con i litchi, condite con un paio di cucchiai della marinatura, aggiungete delle uova di salmone e decorate con dei ciuffi di aneto fresco.

Se ti è piaciuta la ricetta dei litchi e capesante, prova a guardare anche:
Lenticchie e gamberoni 
Tacos di barbabietola

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Post Next Post
Compila il form per ricevere uno sconto del 20% sui corsi di cucina online della piattaforma ACADÈMIA