Radicchio in saor

13 Ottobre 2018paolo bortolussi
Blog post

Il radicchio in saor è la versione vegetariana del tipico piatto veneziano, ovvero le sarde in saor.
In questo piatto si racchiudono due eccellenze del Veneto, il radicchio di Treviso, uno degli ortaggi più conosciuti in Italia e all’estero e il saor appunto, che  significa proprio sapore in dialetto veneziano e veniva utilizzato nel passato come metodo di conservazione.
Questa ovviamente è la mia versione dove ho utilizzato le cipolle rosse al posto di quelle bianche e l’aceto balsamico per dare un gusto più delicato e avvolgente. Ho utilizzato il radicchio precoce ma naturalmente la ricetta può essere fatta anche con il tardivo.

L’ideale è preparare questa ricetta almeno il giorno prima per dare modo ai sapori di amalgamarsi al meglio tra loro.

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
3 cespi radicchio di Treviso precoce
2 cipolle rosse
1 bicchiere di vino bianco secco
50 gr uva sultanina
40 gr pinoli
chicchi di melograno
sale, olio evo
aceto balsamico (io ho utilizzato l’aceto balsamico di Modena IGP Ponti HD)

 

PRECEDIMENTO: 
Lavate  l’uva sultanina e mettetela  in ammollo in un bicchiere con dell’acqua tiepida per almeno un ora.
Sbucciate le cipolle rosse, tagliatele a metà  e affettatele; mettetele in una padella con un paio di cucchiai di olio, un paio di pizzichi di sale e fatele cucinare a fuoco medio, dopo qualche minuto aggiungete il vino e fate cucinare, mescolando,  finché non  saranno appassite. (ci vorranno circa 15/20 minuti).
Una volta cotte, unite anche i pinoli e l’uva  scolata e asciugata, mescolate bene e tenete da parte.

Lavate e pulite bene il radicchio, Su un tagliere tagliate ogni cespo nel senso della sua lunghezza in 4 parti; disponetelo su una padella capiente con due cucchiai d’olio, due pizzichi di sale e un goccio d’acqua, stufatelo a fiamma media per circa 5 minuti rigirandolo con l’aiuto di una pinza e  lasciatelo raffreddare.

In una piccola pirofila alternate la cipolla con il radicchio, ultimate con dei chicchi di melograno e un filo di aceto balsamico.

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Post Next Post
Compila il form per ricevere uno sconto del 20% sui corsi di cucina online della piattaforma ACADÈMIA