Calamarata fredda

28 Agosto 2020paolo bortolussi
Blog post

Calamarata fredda: Un inno all’estate e a tutti i suoi prodotti meravigliosi, con colori e sapori unici.
Volevo infatti racchiudere in un piatto il concetto d’estate ed ho cercato di farlo con questa ricetta, colorando anche la pasta proprio per esaltare ancora di più tutte le verdure. Naturalmente come ormai quelli che mi seguono sanno, io sono di norma contrario ai coloranti artificiali e quindi uso solo quelli che la natura ci offre e in questo il cavolo rosso devo dire che è meraviglioso. Per contrasto la salsa di pomodoro ho usato quella gialla  e per le verdure ho utilizzato fortunatamente tutte quelle dell’orto dei miei genitori.
Se non trovate la salsa ai datterini gialli, naturalmete la potete fare voi partendo dai pomodori freschi  che magari ormai si trovano più facilmente.  Questa pasta io l’ho proposta fredda ma devo dire che anche tiepida ha il suo perchè!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
1 cavolo cappuccio rosso
320 g di pasta tipo calamarata
1 melanzana di medie dimensioni
100 g di pomodori datterini rossi
400 g di salsa di datterini gialli  già pronta
1 peperone giallo
2 zucchine
1 limone
100 g di squacquerone
timo e basilico fresco
olio EVO, sale, pepe

 

PROCEDIMENTO:
Per prima cosa estraete  il succo del cavolo rosso, se non disponete di un estrattore, frullatelo finemente assieme a dell’acqua e poi filtratelo; Versate il succo in una pentola e aggiungete la quantità d’acqua necessaria  per cuocere la pasta.

Fate bollire l’acqua, salatela, aggiungete un paio di cucchiai di succo di limone e la pasta seguendo i tempi di cottura della confezione. In questo modo otterrete un colore violaceo in modo completamente naturale.

Scolate la pasta e raffreddatela sopra il getto di acqua fredda. Lasciate scolare bene.

Nel frattempo tagliate la verdura a dadini (brunoise) e spadellateli separatamente per pochi minuti con un filo d’olio, e regolando di sale e pepe.  Teneteli da parte sempre separati.

Versate la salsa di datterini gialli sul fondo di ogni piatto, aggiungete  la pasta sopra in maniera casuale e riempite ogni singolo pezzo con la dadolata di una verdura diversa dall’altra. Decorate con le foglie delle erbe aromatiche  e infine con un cucchiaino di squacquerone.

Volendo potete anche preparare un olio al basilico per ultimare il piatto: semplicemente frullando assieme una manciata di foglie con qualche cucchiaio d’olio fino ad ottenere un emulsione omogenea.

 

Se ti è piaciuta la ricetta della calamarata fredda, prova a guardare anche:
Ragù di pollo
Linguine finferli e gamberi

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici + sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Post Next Post
Compila il form per ricevere uno sconto del 20% sui corsi di cucina online della piattaforma ACADÈMIA