Risotto alle ortiche

24 Maggio 2019paolo bortolussi
Blog post

Risotto alle ortiche: un primo piatto vegetariano che profuma proprio di primavera. Le foglie  tenere di ortica infatti  in questo periodo si trovano nei campi (fate attenzione sempre a non raccoglierle vicino a strade o zone inquinate) oppure anche nei fruttivendoli più forniti. Ricordate di utilizzare dei guanti sia per la raccolta che per la preparazione  per non imbattere nel fastidioso bruciore che provocano le foglie. Naturalmente bastano pochi minuti di cottura per eliminare questo effetto.

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:
300 gr riso Baldo Grandi riso ( http://www.grandiriso.it )
500 gr ortiche
1 lt brodo vegetale
50 gr di vino bianco secco
1 piccolo scalogno tritato
100 gr parmigiano reggiano 24 mesi
50 gr panna fresca
20 gr nocciole tostate
40 gr burro
sale, pepe nero

PROCEDIMENTO:
Indossando dei guanti in lattice, sfogliate le ortiche dallo stelo, lavatele  per bene  e mettetele a scolare in un colapasta. Versatele ora in una pentola e lasciatele appassire con un po’ d’acqua per 10 minuti circa, spegnete il fuoco e fatele raffreddare.
Una volta raffreddate, frullatele fino ad ottenere una crema: tenetele  da parte.

Preparate la fonduta di parmigiano sciogliendo a fiamma bassissima  il formaggio assieme alla panna e mescolando continuamente

Tostate il riso in una casseruola, dove avrete fatto appassire lo scalogno con un filo d’olio, a fiamma vivace per 3/4 minuti. Versate il vino bianco e lasciate evaporare  mescolando, iniziate quindi a bagnarlo con il brodo vegetale  bollente fino a coprirlo, quando comincerà ad assorbire il brodo, continuate a mescolare e aggiungete il brodo poco per volta, a circa metà cottura aggiungete la crema di ortiche, salate e macinate del pepe a piacere  e  terminate la cottura (ci vorranno circa 15/18 minuti totali ). Spegnete il fuoco, mantecate il risotto, aggiungendo  il burro, lasciate riposare un minuto.

Versate il risotto alle ortiche nei piatti, create dei disegni sopra ogni piatto con la fonduta di parmigiano e terminate con delle noccioline tostate.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici + quindici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Post Next Post