Cotechino con pere e radicchio

27 Dicembre 2022
cotechino con pere e radicchio

Cotechino con pere e radicchio: un classico della cucina invernale ma in veste creativa, servito non con il solito purè o lenticchie ma con delle pere cotte al vino rosso e del radicchio con succo d’arancia.
Se avete desiderio di portare in tavola la tradizione ma con pizzico di innovazione questa allora è la ricetta che fa per voi.

INGREDIENTI:
1 cotechino (io scelgo Italbontà)
3 pere
3 ceppi di radicchio di Treviso tardivo
1 arancia
500 ml di vino rosso (merlot, pinot nero)
200 ml di acqua
200 g di zucchero
1 stecca di cannella, 2 anice stellato, 2 chiodi di garofano
sale, pepe nero, olio EVO
1 melagrana

PROCEDIMENTO:
Bucherellate la buccia del cotechino con uno stecchino ed immergetelo in una pentola riempita di acqua fredda, accendete il fuoco e fatelo cucinare per 2 ore e mezza. Nel frattempo preparate le pere e il radicchio.

Versate in un pentolino il vino, l’acqua, lo zucchero e le spezie, portate a ebollizione ed unite le pere sbucciate, ma con il picciolo attaccato; fatele cucinare per 20 minuti circa a fiamma bassa .

Una volta che le pere saranno cotte toglietele dalla pentola e mettetele da parte. Lasciate ridurre  il liquido, fino a quando risulterà della consistenza di uno sciroppo; versatelo a questo punto sopra le pere cotte.

Pulite il radicchio, tagliatelo in 4 parti e fatelo saltare in una padella grande con un filo d’olio su tutti i lati, dopo qualche minuto, regolate di sale, pepe e spremete il succo dell’arancia. Fate cucinare fino a quando il succo si sarà completamente addensato.

Estraete il cotechino dall’acqua di cottura, tagliatelo a fette e servitelo con le pere al vino rosso e il radicchio, decorate con dei chicchi di melagrana.

Se ti è piaciuta la ricetta del cotechino con pere e radicchio, prova a guardare anche:
Buns blu
Nervetti in insalata

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − nove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Precedente Successivo